Copyright © 2019. Studio Dieli - L.go R. Pilo 14. Mail: studiodieli@salvatoredieli.com - PEC: salvatore.dieli@pec.odcec.ct.it - Uff: 095501470 - Mob: 3939154445 - Fax: 095504396

  • Studio Dieli

Vino - Prospettive in Italia ed export

Le stime di fatturato totale in Italia per l’anno 2018 nel settore vinicolo sono pari a 9,75 miliardi di Dollari che vale il terzo posto mondiale dietro Stati Uniti e Francia e subito prima di Regno Unito e Germania.

In prospettiva futura il mercato risulta in decisa crescita, infatti il CAGR (tasso di crescita annuale composto) nel periodo 2018-2021 si aggira intorno al 3%. Il consumo medio pro-capite all’anno è di 38,2 litri con una spesa media di circa 161,45 Dollari.

Nello specifico il segmento del vino non frizzante (che comprende vini bianchi, rossi, rosati e mosti) è quello che pesa maggiormente nel totale complessivo del settore, raggiungendo un fatturato totale di 9,01 miliardi di dollari ed un CAGR leggermente superiore alla media del settore (3,3%), ridotti risultano invece il consumo medio pro-capite (36,1 litri) e la spesa media (149,21 Dollari) con un prezzo medio per litro di 4,13 Dollari. Solamente lo 0,7% del fatturato del settore viene realizzato tramite vendite online.

Il mercato più rilevante al mondo nel settore “Wine” è quello degli Stati Uniti con 32,05 miliardi di Dollari nel 2018. A livello di esportazioni il vino italiano ha prodotto circa 5,98 miliardi di Euro (+6,5% rispetto al 2016), dove gli Stati Uniti risultano l’importatore più importante con una spesa di circa 1,4 miliardi di Euro (+4%) seguiti da Germania (985 milioni) e Regno Unito (811 milioni, +6%). A livello di concorrenza la Francia si comporta ancora meglio raggiungendo i 9 miliardi di Euro (+10%). Lo Studio rimane a vostra disposizione per ulteriori approfondimenti. N.B. il settore include la vendita di vini, vini frizzanti e vini fortificati. Dal dato vengono esclusi i vini non alcolici.